Le mani degli altri

News   -   11 dic 2011
PrintFriendly

Carissima/o,

a voce alta abbiamo rivolto a Maria le richieste formulate dalle ragazze/i in preparazione alla Festa dell’Immacolata.

Più volte è risuonata la richiesta di essere più sereni e felici, di migliorare i comportamenti nei riguardi dei propri familiari e dei propri compagni.

Ho chiesto loro quali doni si aspettano in questo tempo di “regali” dai propri genitori e dai propri amici

e quali “regali” si preparano a fare ai propri genitori, ai propri fratelli e sorelle e ai propri compagni.

Nessuna richiesta di “cose”! Una domanda di “crescere nella salute”!

Per facilitare la presa di coscienza dei doni “già” ricevuti nella loro vita ho proposto di leggere e analizzare

una pagina di Avvenire del 23 novembre 2011 (primo piano).

SIMONA ATZORI: «Dio mi ha disegnato senza braccia e io ballo per Lui».

Abbiamo letto l’intervista a Simona della giornalista Lucia Bellaspiga.

Alla domanda “qual è il tuo messaggio?” tutti sono stati colpiti dalla risposta:

«La vita è un dono straordinario e non va sprecata. Io tengo incontri motivazionali in aziende, banche e scuole e sempre cito Giovanni Paolo II: «Prendete la vita nelle vostre mani e fatene un capolavoro». Ognuno di noi può fare questo, basta crederci, purché non a metà, crederci veramente. Non è facile, ma nulla è facile nella vita».

Anche le tre pagine del libro: «Cosa ti manca per essere felice?», lette con attenzione hanno suscitato interesse, meraviglia e domande.

Un ragazzo ha chiesto: Ma… sono pagine di un romanzo o sono un diario “vero”?

Ecco a tua disposizione un video con una testimonianza in diretta di Simona Atzori!

Guarda il suo volto “sorridente” e ascolta le sue parole “sconvolgenti”!

Puoi leggere con calma l’allegato «Dio mi ha disegnato senza braccia»!

Alla fine: Guarda le tue mani e pensa come le usi!

Guarda quante “cose” hai a tua disposizione e pensa a quanti doni puoi fare!

Quando? SUBITO?

Almeno … prima di Natale!

 

PDF
Dio mi ha disegnato senza braccia